Coltivare pomodori è spesso l’impulso per avviare un orto e ogni amante del pomodoro sogna di coltivare il pomodoro definitivo: sodo ma succoso, dolce ma aspro, aromatico e impeccabile.

Sfortunatamente, poche verdure sono soggette a più problemi dei pomodori. Il trucco per coltivare pomodori gustosi è scegliere le migliori varietà, far partire bene le piante e controllare i problemi prima che si presentino. Inizia qui con alcuni consigli collaudati per la coltivazione del pomodoro per garantirti il ​​diritto di vantarti con i pomodori del tuo orto quest’anno.

10 consigli essenziali per coltivare pomodori:

1- Non sovraccaricare le piante di pomodoro nei vasi

Se inizi i pomodori dal seme, dai alle piantine molto spazio per espandersi. Ciò significa diradare le piantine in una pianta forte per vaso piccolo. Taglia le piantine più deboli e più piccole a favore del miglior produttore. Le condizioni di affollamento inibiscono la loro crescita, il che li stressa e porta successivamente alla malattia. Trapianta le piantine di pomodoro nei loro vasi da 10 cm subito dopo aver ottenuto il loro primo set di foglie vere.

2-Assicurati di fornire molta luce

Le piante di pomodoro hanno bisogno di una luce forte e diretta. Le giornate sono brevi in ​​inverno, quindi anche posizionarle vicino a una finestra soleggiata potrebbe non fornire loro abbastanza luce naturale. A meno che tu non li coltivi in ​​​​serra, l’opzione migliore è utilizzare un qualche tipo di illuminazione artificiale delle piante per 14-18 ore al giorno.

Per assicurarti che le piante di pomodoro siano tozze e non affusolate, mantieni le giovani piante a pochi centimetri dalle luci fluorescenti. Dovrai alzare le luci (o abbassare le piante) man mano che le piantine crescono. Quando sei pronto per piantarli all’aperto, scegli la parte più soleggiata del tuo orto come posizione.

3- Mantenere le piante ben ventilate

Le piante di pomodoro hanno bisogno di muoversi e oscillare nella brezza per sviluppare steli forti. Questo accade naturalmente all’aperto, ma se avvii le tue piantine in casa devi fornire un certo tipo di circolazione dell’aria. Crea un gioco da ragazzi accendendo un ventilatore per 5-10 minuti, due volte al giorno. Questa piccola quantità di tempo farà una grande differenza.

Un’altra opzione è quella di arruffare le piante di pomodoro strofinando delicatamente la mano avanti e indietro sulle loro cime per alcuni minuti, più volte al giorno. È un po’ più impegnativo, ma il loro meraviglioso sapore di pomodoro ti conquisterà come bonus.

4- Preriscaldare il terreno del giardino coprendo il terreno

I pomodori amano il calore. Non inizieranno davvero a crescere fino a quando le temperature del suolo e dell’aria non saranno calde. Puoi velocizzare le cose nel terreno coprendo l’area di semina con plastica nera o rossa poche settimane prima della semina. Quei gradi extra di calore del suolo si tradurranno in pomodori precedenti.

Puoi sollevare la plastica prima di piantare, ma alcune ricerche affermano che il pacciame di plastica rossa ha l’ulteriore vantaggio di aumentare la resa dei tuoi pomodori.

5- Interrare a sufficienza gli steli delle piante

Pianta le tue piante di pomodoro più in profondità di quanto entrino nel vaso, fino alle prime foglie. Quando vengono piantati in questo modo, i pomodori sono in grado di sviluppare radici lungo tutto il fusto. E più radici rendono una pianta più forte.

Puoi scavare una buca profonda o semplicemente scavare una trincea poco profonda e adagiare la pianta su un lato. Si raddrizzerà rapidamente e crescerà verso il sole. Fai solo attenzione a non guidare il tuo palo o la gabbia del pomodoro nel gambo sepolto.

6- Pacciamare le piante di pomodoro dopo che il terreno si è riscaldato

Se non lasci la plastica sul terreno, non pacciamare fino a quando il terreno non ha avuto la possibilità di riscaldarsi. Sebbene la pacciamatura conservi l’acqua e impedisca alle malattie del suolo e del suolo di schizzare sulle piante, se la deponi troppo presto ombrerà e raffredderà anche il terreno. Poiché ai pomodori piace il calore, lascia che il sole riscaldi il terreno in primavera. Quando le temperature rimangono calde, di giorno o di notte, puoi aggiungere uno strato di pacciame per trattenere l’umidità.

7- Rimuovere le foglie inferiori e le foglie malate

Una volta che le tue piante di pomodoro sono alte circa 1 m, taglia le foglie inferiori. Queste sono le foglie più vecchie e di solito sono le prime foglie a sviluppare problemi fungini. Man mano che le piante si sviluppano, le foglie inferiori ricevono meno sole e circolazione d’aria. Poiché queste foglie sono vicine al suolo, i patogeni del suolo possono facilmente schizzarle. Rimuoverli aiuta a prevenire l’insorgere di malattie fungine. Anche lo spray settimanale per il tè al compost sembra essere efficace per scongiurare le malattie fungine.

8- Pizzicare e sfoltire per più pomodori

Pizzica e rimuovi i polloni che si sviluppano nell’articolazione di due rami. Non daranno frutti e toglieranno energia al resto della pianta.

Tuttavia, vacci piano con la potatura del resto della pianta. Puoi sfoltire alcune foglie per permettere al sole di raggiungere i frutti in maturazione, ma sono le foglie che fotosintetizzano e creano gli zuccheri che danno sapore ai tuoi pomodori. Meno foglie significa meno pomodori rossi e dolci.

9- Innaffia regolarmente per non stressare le piante

Innaffia abbondantemente e regolarmente man mano che i frutti si sviluppano. Un’annaffiatura irregolare, se salti una settimana e provi a recuperarla, porterà al marciume dei fiori (carenza di calcio) e a crepe e spaccature. La regola generale è assicurarti che le tue piante ricevano almeno 2 cm di acqua a settimana, ma durante i periodi caldi e secchi potrebbero averne bisogno di più. Se le tue piante iniziano a sembrare appassite per la maggior parte della giornata, dagli da bere.

Una volta che il frutto inizia a maturare, puoi ridurre l’irrigazione. Ridurre l’acqua favorisce la pianta ad integrare i suoi zuccheri, per un sapore migliore. Usa il tuo giudizio. Sii regolare con l’irrigazione o le tue piante si stresseranno e lasceranno cadere i loro fiori e possibilmente i frutti.

10- Assicurati che le tue piante producano pomodori secondo la varietà

La maturazione dei pomodori è praticamente in balia del tempo, ma a volte possiamo fare le cose. Pizzicare le punte degli steli principali all’inizio dell’estate incoraggerà le piante di pomodoro indeterminate (quelle i cui frutti sono permanentemente disponibili) a iniziare a mettere la loro energia nella fioritura.

Ai pomodori indeterminati piace crescere alti prima che inizino a produrre frutti, quindi non preoccuparti se le tue piante di pomodoro non fioriscono nel loro primo mese o due. Pizzicare è anche un consiglio utile verso la fine dell’estate quando vuoi che gli ultimi pomodori si affrettino a maturare.

Non dovrebbe essere difficile coltivare determinate piante di pomodoro (quelle che maturano tutte in una volta) a meno che le condizioni meteorologiche non siano sfavorevoli e causino una condizione giustamente chiamata “caduta dei fiori”.