Oggi condivideremo i consigli migliori e più semplici su come coltivare il basilico in casa. Continua a leggere!!!

Il basilico (Ocimum basilicum) è spesso indicato come il re delle erbe. Le piante di basilico sono sicuramente una delle erbe aromatiche più amate coltivate nell’orto di casa. Coltivare il basilico all’aperto o in un contenitore è molto facile se segui questi semplici passaggi su come coltivare il basilico.

Non c’è niente di meglio del gustoso pesto fatto in casa, e se non vedevi l’ora di migliorare la tua ricetta, coltivare il tuo basilico potrebbe essere la soluzione perfetta. Oltre a risparmiare denaro sul basilico acquistato in negozio, questa erba popolare può essere facilmente coltivata all’interno tutto l’anno.

Ci sono un gran numero di varietà, anche se il basilico dolce è il più comune. Con le sue foglie lucide e le punte di fiori bianchi, ha un sottile sapore di anice e cresce da 1 a 2 piedi di altezza. Le cultivar disponibili vantano tutte differenze uniche, dall’aspetto alle dimensioni e al gusto.

Se sei pronto per aggiungere questa erba al tuo giardino e usarla per migliorare il tuo pesto, insalate o piatti a base di pomodoro, scorri verso il basso per la nostra utile guida per coltivarla .

Poche parole su questa erba

Basilico

Il basilico dolce ( Ocimum basilicum ) svolge un ruolo in molte cucine mediterranee, e in particolare italiane. Costituisce la base del pesto e aggiunge un sapore caratteristico ad insalate, pasta, pizza e altri piatti. Anche le cucine indonesiana, tailandese e vietnamita presentano questa erba.

Nella dieta, il basilico dolce può fornire vitamine, minerali e una gamma di antiossidanti. Il suo olio essenziale può anche avere benefici medicinali.

Questa erba è disponibile in molti negozi di alimentari, mentre altre varietà hanno gusti e fragranze differenti.

Un altro tipo di basilico è il tulsi, o basilico santo ( Ocimum santum ). Questa pianta svolge un ruolo terapeutico nelle medicine tamil e ayurvediche, praticate prevalentemente nel sud-est asiatico. Questo è diverso dal basilico dolce.

Benefici per la salute ( fonte )

  • Riduzione dello stress ossidativo
  • Sostenere la salute del fegato
  • Protezione dall’invecchiamento cutaneo
  • Ridurre la glicemia alta
  • Sostenere la salute cardiovascolare
  • Migliorare la salute mentale
  • Ridurre l’infiammazione e il gonfiore

Suggerimenti per la crescita

Inizia in casa in vasi singoli, pianta i semi all’aperto quando le gelate sono finite e il terreno è caldo, oppure acquista piante da aiuola. Se avvii le piante in casa, i cavi scaldanti sono utili, poiché questa è una pianta tropicale che non sopporta il freddo. Piantare in pieno sole, in terreno ben drenato arricchito con compost, letame invecchiato o altro materiale organico.

Spazio cultivar a foglia larga, come la foglia di lattuga, a 1 piede e mezzo di distanza e tipi a foglia piccola, come Spicy Globe, a 1 piede di distanza. Il basilico ha bisogno di molta acqua. Pacciama le tue piante per trattenere l’umidità dopo che il terreno si è riscaldato. Pizzica frequentemente le piante per incoraggiare la crescita cespugliosa e raccogli regolarmente i capolini in modo che le piante mettano la loro energia nella produzione di fogliame.

Coltiva alcune piante in contenitori in modo da poterle portare in casa prima del gelo autunnale. Oppure fai una seconda semina all’aperto a giugno per avere piccole piante da invasare e portare in casa per l’inverno. Con l’avvicinarsi del gelo, puoi anche recidere alcuni germogli terminali delle piante del giardino e farli radicare nell’acqua, per essere successivamente invasati.

Il basilico può essere soggetto a varie  malattie fungine , tra cui l’appassimento di Fusarium, la muffa grigia e la macchia nera, nonché lo smorzamento delle piantine. Evita questi problemi aspettando di piantare all’aperto finché il terreno non si è riscaldato e non sovraffollando le piante. I coleotteri giapponesi possono scheletrare le foglie delle piante; controllare i parassiti con la raccolta manuale.

Basilico

Raccolta

Raccogli le foglie pizzicandole dagli steli in qualsiasi momento dopo che le giovani piante hanno raggiunto un’altezza di 6-8 pollici. Pizzica le foglie dalle punte degli steli per incoraggiare la pianta a ramificarsi e fare più foglie. Cerca di tenere pizzicati i gambi anche se non usi le foglie; in caso contrario, la pianta inizierà a fiorire e produrrà semi e smetterà di produrre foglie. Alla prima previsione anche del gelo più leggero, vai avanti e raccogli tutto il tuo basilico perché diventerà presto nero quando fa freddo. Semplifica il lavoro tagliando le piante intere a livello del suolo, quindi raccogli le foglie migliori. Puoi essiccarli, ma congelarli o usarli nell’aceto preserva al meglio il sapore dell’erba. Puoi anche usare le foglie per insaporire oli e pesto, che vanno conservati in frigorifero o surgelati.

Puoi anche mantenere freschi gli steli recisi per alcuni giorni mettendo le estremità tagliate in acqua proprio come un fiore reciso. Aggiungeranno una fresca fragranza all’aria.

Memorizzare

Conservare le foglie in frigorifero per un massimo di tre giorni. Oppure, metti i gambi tagliati in un bicchiere d’acqua pronti per l’uso. Per congelare il basilico, tritare le foglie e metterle in una vaschetta per i cubetti di ghiaccio, coprire con acqua e metterle nel congelatore. Utilizzare entro cinque mesi.