L’eterno problema della conservazione e della rottura del vetro! State tranquilli, i ristoratori conoscono perfettamente la questione e applicano metodi per evitare spiacevoli sorprese e mantenere i bicchieri in buono stato in uno spazio ottimizzato. Ecco 5 consigli professionali per ottimizzare il tuo armadio ed evitare rotture.

Come organizzare correttamente la conservazione degli occhiali nel comò?

L’arte dell’ospitalità spinge l’esigenza anche nei bicchieri da tavola. Accumuliamo bicchieri e ci perdiamo… a stelo corto o lungo, flute di birra, acqua, cristallo o champagne. Tutti questi tipi di vetro hanno una diversa resistenza agli urti e le loro forme richiedono uno stoccaggio specifico.

Un bel tavolo, bei bicchieri

A volte c’è anche una mancanza di spazio per mantenere gli occhiali sicuri e igienici. Sarà importante mettere  un po’ d’ ordine  in tutto questo, con i nostri 5 consigli efficaci .

Gli occhiali devono essere posizionati su o giù?

Conservare gli occhiali significa poterli proteggere da polvere, insetti e sporcizia, e per lungo tempo per occhiali “di accoglienza”, visto che si usano così poco. Vediamo per tipologia di occhiali come ottimizzare la loro conservazione. 

Suggerimento per la conservazione: a seconda del tipo di occhiali

Quando riponi gli occhiali, è meglio sistemarli per tipo. Ad esempio, puoi mettere i bicchieri da vino in un posto, i bicchieri da acqua in un altro e così via. Conservandoli in questo modo, saprai immediatamente dove cercare il giusto tipo di vetro quando ne avrai bisogno.

Bicchieri da tavola per uso quotidiano

I bicchieri dalla montatura spessa e senza stelo che usiamo ogni giorno sono lavabili in lavastoviglie e sempre mantenuti in perfette condizioni.

Occhiali speciali

Bicchieri da birra, bicchieri da cognac o bicchieri da liquore. Richiedono una manutenzione speciale e richiedono anche uno stoccaggio specifico. Puliti dopo l’uso, si consiglia di riporli nella loro scatola originale. Questo evita molte rotture e sorprese quando li “tiri fuori”. Una passata e sono pronte.

conservare i calici

Coppe o flute di champagne e bicchieri di cristallo

Il problema qui è la fragilità del materiale, ma anche la forma del vetro. I piedi sono significativamente più pesanti dei bordi e avere tutta quella massa supportata sulla fragile testa di vetro non ha senso. Vanno quindi riposte a testa alta, in piedi, come sulla tavola imbandita. 

Consiglio per l’igiene: copri gli occhiali

Quindi ecco che la maggior parte dei tuoi fragili occhiali sono conservati in posizione verticale. Il trucco per l’igiene è coprirli con uno strofinaccio pulito o un altro panno o un tovagliolo di carta . Pertanto, rimarranno privi di polvere e altro sporco.

Consiglio per la pulizia: mantenere i bicchieri immacolati è possibile!

Che tristezza ricevere ospiti che commentano la pulizia dei tuoi bicchieri posati in tavola con eleganza. La tua reputazione dipende quindi dalla  qualità della  pulizia dei tuoi occhiali .  Non usiamo la lavastoviglie e andiamo al vassoio per un lavaggio a mano, in acqua calda e “uno per uno”. Il metodo della nonna vi permetterà di snellire i commenti: passate i bicchieri ancora bagnati con l’aceto di mele, con delicatezza. Vedrai che i tuoi bicchieri da tavola avranno un bell’aspetto.

Consiglio di galateo: dove dovrebbero essere riposti gli occhiali su un tavolo da ricevimento?

Il problema quando si riceve è posizionare la vetreria nel posto giusto secondo i codici in vigore.

Prendiamo in ordine di utilità ed estetica per l’ospite:

  • Il bicchiere da acqua, più grande, più usato, è posto alla “testa” del piatto, in alto al centro;
  • Il bicchiere di vino bianco più leggero viene alla sua destra, seguito dal bicchiere di vino rosso;
  • La flute o coupé di champagne , eccezionalmente, può essere collocata alla sinistra del bicchiere “chef”, il bicchiere da acqua.

Suggerimento fai-da-te: crea uno scaffale di vetro per “tre franchi e sei centesimi”

Sei fortunato, i ripiani in vetro sono molto di moda al momento. Tutti corrono dal fornitore svedese o cercano soluzioni più convenienti e convenienti. È possibile  realizzare da soli uno scaffale con materiali riciclati  e senza l’abilità di un falegname professionista.

Avrai bisogno di un pallet di legno, del piede di un vecchio rastrello o semplicemente di chiodi. Hai capito, tutto questo non è complicato. I denti di rastrello oi chiodi disposti sottilmente serviranno a sostenere i piedini in vetro, il legno del pallet darà un lato “industriale”, soprattutto con il logo delle ferrovie tedesche o francesi.

Un ripiano in vetro realizzato con un pallet di legno

Ora sei  in modalità professionale  lo stoccaggio, il posizionamento e la pulizia di tutti i bicchieri  non hanno  più segreti per te. Suggerimenti efficaci  , non costosi  da ricevere con eleganza.