Press ESC to close

He aquí por qué siempre tengo un frasco vacío en mi baño: una cosa práctica que hace la vida más fácil

I barattoli decorativi sono molto diffusi in bagno: vengono utilizzati in particolare per riporre batuffoli di cotone, sali da bagno, capsule di lavaggio o altri accessori. Ma mantenerne uno vuoto sarà particolarmente utile per la tua routine di capelli. Non c’è bisogno di andare a comprarne alcuni, ne hai sicuramente un’intera panoplia in un armadio o su uno scaffale della cucina. Prendi uno, riponilo nel tuo bagno e prova questo fantastico trucco.

La punta del barattolo: per prendersi cura dei propri capelli

Un barattolo vuoto

Un barattolo vuoto – Fonte: spm

Sempre più persone stanno aumentando la cura dei capelli, sia dal parrucchiere che a casa. Per prendersi cura dei loro capelli, usano prodotti naturali più non aggressivi. Perché lo shampoo, va detto, non ha sempre un’ottima reputazione. Le recensioni sono molto contrastanti sul suo uso regolare. Perché molte persone sono preoccupate per i suoi effetti a volte dannosi sui capelli, soprattutto se i lavaggi sono troppo frequenti. Va infatti notato che contiene diverse sostanze chimiche che a lungo andare possono aggredire il cuoio capelluto. In primo piano: solfato. Questo tensioattivo è comunemente usato negli shampoo poiché funge da base lavante che rimuove tutto lo sporco e rende il prodotto più schiumoso.

Certo, sempre più marchi si stanno impegnando per lanciare sul mercato prodotti più sani ed ecologici, ma è sempre necessaria cautela. Per questo si consiglia vivamente di evitare di applicare lo shampoo direttamente sul cuoio capelluto per non irritarlo. La soluzione migliore è diluirlo in acqua e  lavare i capelli  con questa miscela. Ed è qui che entra in gioco il nostro famoso barattolo vuoto! Usandolo, otterrai un effetto migliore. Come bonus, puoi usarlo tutte le volte che vuoi.

Come procedere ?

  • Versare una piccola quantità di shampoo nel barattolo e aggiungere abbastanza acqua per dissolverlo correttamente.
  • Insapona leggermente la miscela risultante.
  • Versalo sul cuoio capelluto e massaggia generosamente.
  • Grazie a questa tecnica, il tuo shampoo schiumerà molto meglio: stai tranquillo, è sicuro per chi ha  i capelli fini , danneggiati o sfibrati.

Facile da usare ed efficace, questa soluzione è anche economica, poiché si applica solo una piccola quantità di shampoo. E se versi più del previsto, non preoccuparti, può rimanere nel barattolo e puoi usarlo la prossima volta. Niente più sprechi!

Che tipo di shampoo dovrei scegliere?

lavarsi i capelli

Lavati i capelli – Fonte: spm

Naturalmente, non tutti gli ingredienti dei tuoi shampoo sono sistematicamente dannosi. Alcuni di loro sono benefici per la salute dei capelli e del cuoio capelluto.

Ecco gli ingredienti convalidati dagli esperti di bellezza:

  • Ingredienti naturali come l’olio di argan e l’olio di jojoba sono noti per idratare la pelle del cuoio capelluto e ammorbidire il fusto del capello.
  • Se soffri  di caduta dei capelli , scommetti soprattutto sulla niacina che contiene vitamina B3 o sulla fito-caffeina particolarmente indicata per capelli fini e sfibrati.
  • Per chi ha i capelli secchi, mossi o crespi, opta per shampoo contenenti oli essenziali (lavanda, ylang-ylang), glicerina o burro di karitè per ottenere morbidezza e lucentezza.