Composto da acido ricinoleico (85%), l’olio di ricino è da sempre noto per le sue potenti proprietà lassative. Grazie a questo olio vegetale, dalla consistenza viscosa, puoi dire addio ai problemi di stitichezza. Per decenni è stato utilizzato esclusivamente come lassativo naturale. Ma nel tempo ci siamo resi conto che questo olio ha molti altri benefici per il corpo. In particolare per ridurre gli inestetismi cutanei e combattere la caduta dei capelli. Tanto che ha finito per guadagnarsi un posto d’elezione nelle fila della cosmesi naturale. Ma cosa accadrebbe se uniamo l’olio di ricino al famoso bicarbonato di sodio? Grazie alle loro proprietà benefiche, i risultati sulla tua pelle saranno sorprendenti!

Chi non conosce il bicarbonato di sodio? È l’ingrediente di punta che le nostre nonne usavano senza moderazione a casa ed è ancora oggi molto popolare nella maggior parte delle case. E per una buona ragione, contiene elementi antibatterici, antisettici e alcalini. I suoi usi sono quindi molto versatili e diversificati, interessando contemporaneamente i settori alimentare, igienico e cosmetico. Come bonus, è naturale e biodegradabile, senza il minimo rischio di effetti collaterali.

L’olio di ricino e il bicarbonato di sodio sono quindi ingredienti naturali straordinari per la cura della pelle. E, grazie alle loro proprietà medicinali, il connubio dei due è ottimo per il trattamento di molteplici problemi della pelle.

Olio di ricino: una panoplia di benefici per la salute

Olio di ricino

Originario dell’Africa tropicale, il ricino è una pianta erbacea coltivata in tutto il mondo. Già dall’antichità  l’olio di ricino  era considerato un vero tesoro di bellezza: veniva applicato sotto forma di balsamo o unguento. Sembra addirittura che fosse l’elisir preferito di Cleopatra che lo usava spesso sul viso. Nel medioevo veniva usato regolarmente per curare i problemi della pelle. Oltre ad abbellire la pelle, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, è molto utile nel trattamento di varie infezioni.

Oggi, molto apprezzata nel mondo cosmetico, i suoi benefici sono innumerevoli. Secondo gli specialisti, questo ingrediente avrebbe effetti miracolosi sulle infiammazioni cutanee, come quelle causate dalle scottature solari. Per non parlare del fatto che l’olio di ricino riduce notevolmente l’acne: gli oli di solito non sono consigliati poiché ostruiscono i pori, ma l’acido ricinoleico contenuto nel ricino uccide i batteri che causano i brufoli. La  pelle  risulta così purificata e idratata in profondità.

E non è tutto: l’olio di ricino è consigliatissimo per ridurre le smagliature, ridurre le rughe e le macchie scure del viso, disinfettare le ferite e lenire il prurito. Infine, questo olio è noto anche per trattare le infezioni del cuoio capelluto, limitare la caduta dei capelli e stimolare la rigenerazione dei capelli.

Perché mescolare l’olio di ricino con il bicarbonato di sodio? I vantaggi sono insospettabili!

Bicarbonato di sodio in una ciotola

Al di là degli effetti benefici dei due ingredienti utilizzati separatamente, l’olio di ricino e  il bicarbonato di sodio  possono curare molti disturbi grazie al potere dei loro nutrienti. È quindi una combinazione collaudata per mantenere la pelle sana e luminosa.

Questo duo ti solleverà dal dolore e dal prurito causati dai morsi di vari insetti. Agirà anche sulla pelle curando varie allergie: ferite, ferite e contusioni guariranno più velocemente grazie a questa combinazione. Anche il fungo delle unghie verrà trattato efficacemente. Questa miscela sarà comunque molto utile per sbiancare l’epidermide ed eliminare le macchie di pigmento. Inoltre, la crescita dei capelli viene accelerata se la miscela viene applicata 20 minuti prima di ogni doccia.

Combinati insieme, l’olio di ricino e il bicarbonato di sodio sono noti soprattutto per far scomparire le brutte verruche in soli 30 giorni. E questo, grazie alle proprietà corrosive dell’acido ricinoleico, ma anche alle virtù antisettiche del bicarbonato che le superano efficacemente asciugandole.

Come procedere ? Per eliminare una verruca sgradevole sul dito, questo rimedio si è dimostrato valido. Mescolare il bicarbonato di sodio con l’acqua. Pulisci l’area da trattare con questa soluzione. Quindi, riscalda l’olio di ricino (spremuto a freddo) e immergi un impacco che applicherai in questa zona interessata. Quindi usa una pellicola di plastica per avvolgere il dito e riscalda l’area in cui si trova la verruca con una borsa dell’acqua calda, che coprirai con un asciugamano di cotone per un maggiore comfort. Lasciare in posa per un’ora prima di risciacquare nuovamente con la miscela acqua/bicarbonato. Ripeti questo ogni giorno. E dopo qualche settimana te ne libererai sicuramente!