Che tu ci creda o no, conservare correttamente il cibo in frigorifero non è un’azione così banale come potresti pensare. E bisogna ammetterlo, alcuni non si preoccupano nemmeno di precauzioni o dettagli. Tuttavia, il tuo frigorifero non è un tuttofare: se è costantemente disordinato, può causare molti danni. E può influire sia sul cibo che sul dispositivo stesso.

Conservare gli alimenti sugli scaffali adeguati non è solo una questione di estetica, ma soprattutto di prolungarne la durata. Entrano in gioco freschezza, gusto e sapidità. E se insistiamo tanto è soprattutto per tutelare la tua salute e quella della tua famiglia. Scopri a cosa servono i ripiani del tuo frigorifero e come conservare correttamente i tuoi prodotti alimentari!

Come probabilmente già saprai, ogni ripiano del frigorifero ha il suo scopo. Inoltre, la corretta conservazione degli alimenti è essenziale per preservarne il valore nutritivo, il gusto, la freschezza e la conservabilità. Pertanto, se conservati in modo ottimale, possiamo tranquillamente consumarli. Inoltre, alcune istituzioni richiamano la nostra attenzione sul problema dello spreco alimentare. Inoltre, recentemente sono emersi alcuni slogan incisivi, come la campagna “Io immagazzino, non spreco”. Certo, devi ancora imparare a conservare meglio il cibo. Segui la guida!

Lo scaffale più alto

Questa è la parte fresca del frigorifero che comprende i due terzi superiori del frigorifero e che oscilla tra i 4 ei 6°C. Qui è dove dovresti conservare yogurt, latticini, kefir e burro. Ma anche avanzi e cibi cotti ermeticamente chiusi, da tenere sempre lontani dai cibi crudi per evitare contaminazioni incrociate. Questo tipo di temperatura favorisce lo sviluppo di batteri buoni. Sugli scaffali più bassi, questi articoli si deteriorano molto più velocemente.

Metti il ​​latte in frigo

logo pinterest

Metti il ​​latte in frigo – Fonte: spm

Intorno alla metà, si consiglia di conservare prodotti con date di scadenza più brevi, come fromage blanc o formaggi stagionati confezionati,  latte , dessert a base di latte o salumi. È anche il luogo dove si conservano carni e pesci cotti in contenitori chiusi.

Il ripiano sopra il cassetto

La cosiddetta “zona fredda” varia tra 0 e 4°C. È un posto perfetto per conservare carne e pesce crudi, prodotti freschi già aperti, lattuga in busta, panna fresca o maionese fatta in casa. Ricordate che a causa dell’odore del pesce, è bene conservarlo adeguatamente protetto, e  la carne cruda  si manterrà fresca più a lungo se la marinate.

I cassetti

Frutta e verdura conservate nel cassetto del frigorifero

logo pinterest

Ortaggi e frutta conservati nel cassetto frigo – Fonte: spm

La temperatura nei cassetti è compresa tra 6 e 10°C e l’umidità è più elevata. Questo è il posto perfetto per conservare frutta e verdura. Quelli meno durevoli resisteranno fino a due giorni senza essere lavati, ma la lattuga o l’erba cipollina dureranno per diversi giorni. Le verdure e la frutta confezionate non devono essere sigillate ermeticamente, poiché la mancanza di aria trasformerà i nitrati in nitriti pericolosi per la salute. Per quanto riguarda i formaggi a pasta dura e gialli, vanno conservati in questa zona, ma ben avvolti.

Gli scaffali

La porta del frigorifero rivela una temperatura variabile tra 6 e 10°C. Puoi conservare marmellata, senape e ketchup, confezioni di latte e succhi, salse in vaso, conserve, bibite, olio vegetale o rafano.
Anche se spesso è consigliabile conservare le uova fuori dal frigo, a temperatura ambiente, è comunque possibile conservarle nell’apposito luogo fino a 2-3 settimane dall’acquisto ma senza lavarle.

Quali sono i migliori contenitori per alimenti?

Poiché l’aria nel  frigorifero  è fredda ma relativamente secca, è meglio conservare gli alimenti in contenitori, fogli di alluminio o carta da forno. Questi fogli permetteranno di isolare bene il cibo, senza far passare l’aria ed evitando i cattivi odori. La carta forno, invece, non protegge dall’umidità o dalla perdita di sapore, a differenza della carta stagnola che impedisce la rapida formazione di muffe.

NB  : i prodotti preparati come zuppa o insalata devono essere conservati in un’insalatiera con coperchio o in un contenitore ermetico.

Frutta e verdura da conservare in frigorifero:

  • Verdure a foglia verde
  • Carote
  • Legumi
  • Sedano
  • Broccoli, cavolfiori
  • melanzana
  • peperoni
  • Uva
  • Mele
  • Bacche, lamponi, mirtilli
  • Ciliegie

Verdure e frutta che non devono essere conservate in frigorifero:

  • Pomodori
  • Cipolle
  • Aglio
  • Avvocati
  • erbe fresche
  • Agrumi
  • Pesche, albicocche
  • Melone
  • Anguria
  • Banane

Importante

Conservare i pasti preparati in frigorifero per un massimo di tre giorni per motivi igienici! Ricorda che i prodotti crudi e i piatti fatti in casa dovrebbero essere su scaffali diversi per evitare ogni possibile contaminazione!