Il rosmarino è un arbusto sempreverde con foglie aghiformi e fiori blu brillante. I fiori di rosmarino sono sempreverdi e sono presenti in primavera e in estate, riempiendo l’aria di una piacevole fragranza. Questa bellissima pianta, utilizzata per lo più per condire le pietanze, è comunemente utilizzata anche come pianta ornamentale nel paesaggio.

Il nome scientifico del rosmarino è Rosmarinus officinalis, che si traduce in “rugiada marina”, poiché il suo fogliame grigio-verde ricorda la nebbia contro le scogliere del Mediterraneo, dove la pianta è originaria.

 

Prendersi cura della pianta di rosmarino è facile se le si fornisce un terreno ben drenato, un terreno sabbioso e almeno dalle sei alle otto ore di luce solare. Queste piante prosperano in ambienti caldi e umidi e non possono sopportare temperature estremamente fredde. Il rosmarino non può sopportare inverni inferiori a -1°C. Spesso è meglio metterli in contenitori, che possono essere collocati nel terreno e spostati facilmente all’interno di una serra o di una casa durante l’inverno.

 

Il rosmarino preferisce rimanere un po’ asciutto, quindi i vasi di terracotta sono una buona scelta quando si selezionano contenitori adatti. Questi vasi consentono alla pianta di asciugarsi più velocemente. Lavare accuratamente le piante di rosmarino con acqua quando il terreno si sente asciutto al tatto, ma lasciare asciugare le piante tra gli intervalli di irrigazione. Anche all’interno, le piante di rosmarino richiedono molta luce, almeno sei ore, quindi posiziona la pianta in un luogo adatto e privo di correnti d’aria.

Potatura del rosmarino:

La potatura del rosmarino contribuirà a creare una pianta cespugliosa. Taglia i rametti come faresti quando tagli una pianta d’appartamento, la potatura del rosmarino viene eseguita dopo che la fioritura si è fermata. La regola generale per tagliare il rosmarino è di non prendere più di un terzo della pianta in qualsiasi momento e di fare dei tagli appena sopra una giuntura fogliare. I rametti tagliati possono quindi essere essiccati come qualsiasi altra pianta appesi a testa in giù in un luogo fresco e asciutto.

talee di rosmarino:

Le piante di rosmarino vengono generalmente propagate per talea in quanto può essere complicato preparare i semi di rosmarino per la germinazione. Coltivare con successo piante dai semi di rosmarino è possibile solo quando i semi sono molto freschi e quando vengono piantati in condizioni di crescita ottimali.

Ottieni nuove piante di rosmarino con talee da piante sempreverdi esistenti. Tagliare i gambi lunghi circa 5 cm e rimuovere le foglie dai due terzi inferiori del taglio. Mettere le talee in una miscela di perlite e torba, quindi annaffiare fino a quando le radici iniziano a svilupparsi. Una volta sviluppate le radici, puoi piantare le talee come faresti con una pianta di rosmarino.

Le piante sono soggette a grovigli di radici e dovrebbero essere rinvasate almeno una volta all’anno. L’ingiallimento del fogliame inferiore è una prima indicazione che è ora di rinvasare la tua pianta.