Adottare un cane significa impegnarsi a prendersene cura costantemente, in particolare garantendone il benessere. Sebbene siano perfettamente addestrati, alcuni compagni canini rimangono dissipati, persino agitati. In questo caso, il loro unico mezzo di espressione potrebbe essere l’abbaiare. Una situazione che non manca di provocare inquinamento acustico. Cosa dice la legge al riguardo e cosa rischi come proprietario? Spiegazione.

Avere un cane troppo irrequieto e che abbaia costantemente può essere estremamente imbarazzante non solo per te ma anche per il vicinato. Ecco cosa dice la legge in merito.

Cosa rischi se il tuo cane fa troppo rumore mentre abbaia?

È una felicità giustificata, hai appena accolto nella tua casa  il cane che bramavi  da molti mesi. Una gioia in gran parte percepibile, a patto di dedicare del tempo a coccolarla. Tuttavia, scopri che il tuo cane non è molto ricettivo a certi segni di affetto. Una situazione che col tempo diventa imbarazzante, visto che sembra sempre più turbato nel suo nuovo ambiente. E non fa che peggiorare, visto il suo abbaiare intenso e incessante. Puoi provare a calmarlo e rassicurarlo, ma niente funziona, non sembra calmarlo in alcun modo! Soprattutto se i tuoi vicini iniziano a lamentarsi di questa fonte di rumore e non esitare a fartelo sapere.

Cane abbracciato dal suo padrone

Cane che abbaia, cosa dice la legge al riguardo?

Se non lo sai, tieni presente che l’abbaiare di un cane è considerato un disturbo acustico ed è confermato dall’articolo R. 1334-31 del Codice di sanità pubblica. “  Nessun rumore particolare deve, per la sua durata, la sua ripetizione o la sua intensità, pregiudicare la tranquillità del vicinato o la salute dell’uomo, in un luogo pubblico o privato, sia che una persona sia essa stessa origine o sia per il tramite di una persona, una cosa di cui ha la custodia o un animale posto sotto la sua responsabilità . »

Pertanto, il rumore diurno è vietato dalle 7:00 alle 22:00. Nel caso in cui l’abbaiare del tuo cane disturbi il vicinato con il suo rumore, la sua ripetizione o la sua intensità, ti esponi a sanzioni, poiché può essere considerato un disturbo acustico.

In questo caso,  si incorre in una multa fissa di 68 euro, che può essere aumentata a 180 euro in caso di mancato pagamento, entro 45 giorni, secondo  jardinage.lemonde . Inoltre, e se uno dei tuoi vicini afferma di essere vittima di questo disturbo acustico e decide di presentare ricorso davanti al tribunale civile, quest’ultimo potrebbe obbligarti a risarcirlo.

 

cane che abbaia

Come limitare l’abbaiare di un cane ed evitare qualsiasi inquinamento acustico?

Il tuo cane abbaia in continuazione e ti dà fastidio e nuoce alla tranquillità del vicinato? Niente panico ! È possibile rimediare cercando di fermare questo comportamento in diversi modi, secondo  Doctissimo.

Una questione di socializzazione:  di fronte a una situazione oa un individuo sconosciuto, il tuo cane non esiterà ad abbaiare. La cosa migliore in questo caso  è  socializzarlo di più  stimolandolo e facendogli vivere diverse situazioni in modo che si abitui . Così e diventando sempre più ubbidiente, il vostro cane abbaierà sempre meno e riuscirete più facilmente a farlo tacere.

Comunicazione controllata:  per impedire al tuo cane di abbaiare ed essere il più silenzioso possibile,  ordinagli di stare zitto e quando lo fa, ricompensalo con dei dolcetti . Infatti, è inutile alzare la voce davanti a un cane che si rifiuta di obbedire, non essendo quest’ultimo sordo. Comunica nel modo più calmo possibile, assicurandoti che il cane sia attento alle tue istruzioni e ai tuoi ordini. Se si rifiuta di obbedire, non ricompensarlo!

Un collare antiabbaio:  può essere utilizzato come strumento didattico. Infatti, è stato progettato per limitare o addirittura fermare l’abbaiare indesiderato del cane. Quindi ogni volta che abbaia, il collare vibrerà . Tuttavia, questa soluzione è da evitare poiché può essere un po’ aggressiva. È meglio usarlo solo in caso di estrema emergenza.

È un dato di fatto, il ripetuto abbaiare di un cane può costituire un disturbo acustico che potrebbe eventualmente farti guadagnare una multa. La cosa migliore è assicurarsi di educare bene il proprio amico a quattro zampe per evitare questo genere di inconvenienti.