Oggi ci daremo la grande opportunità di parlare di Romero. Questa bellissima pianta è molto usata in casa per aromatizzarla, come nell’arte culinaria.

È una di quelle piante aromatiche più utilizzate oggi. Ma sapevi che puoi coltivarlo nel comfort di casa tua e che puoi averlo con bellissimi fiori in un semplice vaso?

Facciamo fiorire il Rosmarino:

Come ogni pianta, perché fiorisca dobbiamo conoscere meglio la nostra pianta e conoscere le cure di base che richiede:

Fioritura e consigli per una buona crescita:

 

  • Fiorisce più volte durante l’anno . L’inverno è il suo periodo migliore.
  • È essenziale che riceva direttamente la luce naturale.
  • Non dovremmo mai lasciarlo per lunghi periodi esposto alla luce diretta del sole. Questo brucerà le tue foglie.
  • Il clima migliore per il rosmarino è a temperature calde e temperate. Ma tuttavia questo è molto resistente a qualsiasi varietà di esso, purché non si tratti di temperature inferiori allo zero, o grandinate, gelo, nonché sole estivo non molto forte.
  • Adattabile a siccità o forti piogge. Dicendo sempre che gli eccessi fanno male.
  • Questa pianta è molto confortevole all’interno e all’esterno della nostra casa. Possiamo giocare a cambiargli posto, ad esempio in inverno per tenerlo dentro e in estate per portarlo fuori sul balcone con il resto delle nostre piante.
  • L’irrigazione è fondamentale, quindi dobbiamo annaffiarla quando notiamo che il suo terreno è veramente secco, ricordiamoci sempre che gli eccessi sono dannosi per questa pianta.
  • È fondamentale avere il vaso o il suo contenitore con un buon foro di drenaggio, per evitare il marciume radicale.
  • Per i mesi caldi, l’irrigazione sarà più costante e ravvicinata.
  • Quando ti accorgi che il tuo rosmarino ha foglie e fiori secchi o che cambiano colore e ingialliscono , quando vedi che non sta crescendo come dovrebbe, anche quando ti accorgi che è stato ricoperto di parassiti , sarà lì che dovrà pensare a potare la tua pianta. Tieni presente che la potatura andrà sulle sue parti in cattive condizioni, mai su quelle che noterai essere di buon colore o sane.
  • I parassiti sono un altro elemento da tenere presente nella sana crescita del rosmarino. I più comuni sono le cocciniglie e gli afidi.
  • Se vuoi trapiantarlo, devi farlo all’inizio della primavera. Una volta tolto dal contenitore che lo contiene, andrà subito trapiantato. Se effettui il trapianto, devi aspettare fino alla prossima stagione per vedere crescere i fiori di rosmarino, poiché la tua pianta richiederà un nuovo adattamento e assorbirà i nuovi nutrienti che il suo nuovo posto fornirà.

Troviamo il posto migliore per il tuo rosmarino:

 

 

Tenendo conto di tutti i suggerimenti che abbiamo precedentemente fornito affinché la tua pianta di rosmarino fiorisca e cresca di conseguenza, non è meno importante trovare il posto migliore per completare questo ciclo. 

Per i climi freddi consigliamo di averla all’interno della nostra abitazione. Una volta all’interno della casa, cerca un posto vicino a una finestra dove riceva la luce naturale necessaria. 

Tenerlo lontano da termosifoni o apparecchi freddi o caldi, che ne causerebbero l’asciugatura.

Quando inizia il caldo, puoi metterlo sul tuo balcone, avendo sempre cura che non prenda eccessivo calore con il sole diretto. Quindi un luogo che riceve alcune ore di sole naturale e il resto all’ombra sarà migliore.